MozzoIl perno passante che fino ad un paio di anni fa era utilizzato prevalentemente sulle bici da discesa o comunque su biammortizzate, ultimamente Ha preso piede anche nelle discipline XC.

Come tutte le evoluzioni, prima è apparso timidamente, ora sembra quasi un obbligo per chi acquista una nuova bici.

In questo articolo cerchiamo di chiarirvi i vari modelli/standard anteriori e posteriori e come procedere alla scelta e/o alla sostituzione del proprio perno.

Il punto di partenza è naturalmente il mozzo!

Il mozzo deve essere anteriore o posteriore predisposto o convertibile in perno passante, non è possibile infatti montare perni su bici e ruote che nascono con lo standard "Sgancio Rapido".

Il secondo controllo è il telaio e la forcella!

Se una forcella o un telaio nascono con standard "Sgancio Rapido" non è possibile installare un perno passante.

Entrando nel particolare, per quanto riguarda il mozzo esistono varie versioni con perni passanti sia per l’anteriore che per il posteriore, andiamo a scoprirle:

Mozzo Anteriore

Per il mozzo anteriore abbiamo 2 varianti: Perno Passante PP15 x 100/110mm e perno passante PP20 x 110 mm.
Il primo da 15 mm è quello più comune utilizzato su molte delle bici attualmente in commercio, dalle front alle full e dall’uso Enduro al XC, la versione da 110 è il nuovo standard Boost che mantiene il diametro da 15 ma grazie alla sua larghezza consente l’installazione di ruote più ampie


Il secondo PP20 è un mozzo più particolare studiato per discipline più estreme, questa tipologia la ritroviamo su forcelle con escursione elevata (150/ 200 mm) specifiche per discipline come Bike Parking Freeride e DH.

Mozzo Posteriore

Per il mozzo posteriore esistono molti più standard rispetto all’anteriore:
Sgancio rapido 135 mm
Perno 10 MM QR
Perno passante X12 135mm
Peno passante  X12 142mm
Perno passante X12 148mm
Perno passante X12 150mm
 
Il primo modello Sgancio Rapido 135 mm, è il classico usato da sempre per i costruttori di bici sia da MTB (135 mm) che da corsa (stesso standard ma con battuta 130mm) (clicca qui per accedere alla pagina degli sganci rapidi)
 
Il Perno 10mm QR è una versione innovativa del 135 standard, questo significa che chiunque sia in possesso di una ruota convertibile e di un telaio predisposto con sgancio rapido può installare questo perno che fornisce un minimo in più di stabilità e rigidità alla bici. (clicca qui per accedere alla pagina del perno da 10mm)
 
Il Perno Passante X12, quello attualmente più quotato a livello di montaggio stabilità e performance, si suddivide in 4 lunghezze specifiche:
 
La versione da 135mm è molto rara ed è usata solo su pochissimi tipi di telaio


La versione da 142mm, presente ormai su tutte le bici di medio alto livello, è uno standard creato da Syntace, in pratica è un 135mm allargato fino a 142mm.
La versione da 148mm, appena arrivata sul mercato, rappresenta il nuovo standard Boost che significa aumento di rigidezza e longevità delle ruote, migliore efficienza e precisione di guida, carro e forcella più larghi e più rigidi, possibilità di montaggio dei nuovi standard Plus con gomme più larghe.
La versione da 150mm, la più larga è studiata per bici da FR e DH.
 
Spiegati e descritti tutti i tipi di mozzi, ruote, carri e forcelle, bisogna ora specificare che la scelta del perno passante , una volta stabilito lo standard e la lunghezza nominale, deve basarsi sullo standard del filetto in proprio possesso.
Questo passaggio è fondamentale, in quanto ogni casa marca e modello hanno un proprio asse che determina uno Standard, la  lunghezza effettiva  e la  Filettatura
 
Per l’ anteriore esistono due standard specifici ossia:
 
Rock Shox Maxe
FOX
 
I due tipi sono differenti tra loro, se pur di pochi millimetri per lunghezza e tipo di filetto, infatti il modello Rock Shox presenta una filettatura più corta e larga rispetto al FOX che nonostante abbia un passo più serrato e lungo è di dimensioni più ridotte.
Naturalmente, NON è Possibile installare un asse con standard Fox su Rock Shox e viceversa.
 
Per il posteriore invece, gli standard sono 3 ossia:
 
Rock Shox Maxle
Shimano E-Thru
Syntace 
 
Il primo perno è quello Rock Shox il più lungo e con filettatura più larga, abbiamo poi il modello Shimano leggermente più corto e passo poco più stretto ed infine il Syntace con filettatura molto stretta e lunghezza contenuta.
 
Fondamentale per la scelta non è quindi la lunghezza totale parziale o nominale, ma l’ individuazione dello standard.
 
Per l’anteriore è molto semplice in quanto solitamente le forcelle montano il proprio perno che sia Rock Shox o Fox, per il posteriore invece l’individuazione dello standard avviene in due modi:
 
Il primo è quello di controllare le specifiche del produttore o quanto riportato sul carro, ogni produttore infatti, indica esattamente sul proprio sito o sul telaio stesso lo standard utilizzato.
 
Il secondo è quello di smontare il proprio perno e leggere attentamente la marca, in caso di un prodotto commerciale le sigle (es ETR _ Shimano MXL Rock Shox SI- Syntace), oppure lo standard specifico.

Molte case produttrici di perni, oltre quelle sopra citate (esempio Novatec, Formula, Tune, ecc...) scrivono espressamente sul perno la versione e lo standard del filetto.